Speciale!


La nuova sfida del selfpublishing? Il crowdfunding

24 Mar 2014 in editoria | questo post è lungo 384 parole

Paul Jarvis è il guru del web design della Silicon Valley, ha fondato diverse start-up e tra i suoi clienti ci sono aziende come Yahoo, Mercedes-Benz, Microsoft. Scrive i suoi interventi su famose testate, tra cui Fast Company e The Next Web, ed è molto attivo su Medium. Nel 2013 ha autopubblicato il suo Everything I Know in ebook con un notevole successo, che tuttavia non lo ha appagato. Si è infatti subito lanciato in un'ulteriore sfida: sfruttare il crowdfunding per il selfpublishing. Ha quindi avviato un progetto di raccolta fondi su Kickstarter per pubblicare il suo ebook in una prestigiosa versione cartacea.

Già, prestigiosa: se un libro deve essere stampato, che almeno lo sia con i sacri crismi del caso. E di certo oggi non è proprio facilissimo trovare editori tradizionali disposti a garantire gli alti standard di qualità di stampa, rilegatura, etc. richiesti da un autore così esigente ("I wanted the book to be a work of art and a limited edition.").

Ma c'è di più: quello che interessava davvero a Paul non era tanto - o comunque non solo - avere la copia fisica del suo libro nello scaffale di casa; non era tanto - o comunque non solo - averne un'edizione di lusso. Quello che gli interessava era confrontarsi con la sua community di lettori:

I like the idea of working directly with people that want to pay for something I make to validate the idea.

L'obiettivo di Paul era quello di rompere con un vecchio modello di pubblicazione e distribuzione riservato agli autori selezionati dagli editori e mettersi direttamente nelle mani dei lettori. Il crowfunding è sicuramente un modo intelligente di perseguire questo obiettivo.

Qui trovate il suo esperimento, ormai concluso. Il modello, però, sembra funzionare: se il tuo vero obiettivo come autore è quello di raggiungere i lettori, coinvolgerli nel tuo progetto attraverso il crowdfunding può diventare molto stimolante. Non è un caso che esistano addirittura piattaforme di crowdfunding dedicate al mondo dei libri, come Unbound o PubSlush.

In Italia, Veronica Benini aka @Spora, autrice per 40k di Guida bionda per influencer, ha usato eppela.com per finanziare il suo ebook tour, dedicato alle 12 regole per essere felici sui tacchi. Se siete curiosi, date un'occhiata.

E tu, saresti disposto a finanziare il progetto del tuo autore preferito?

comments powered by Disqus